Dall’incontro tra l’Associazione Whats Art e il gruppo delle Social Catenelle nasce l’idea di un’installazione di yarn bombing per il Recanati Art Festival ai Giardini B. Gigli. L’installazione, visibile nei giorni del Festival, sarà inaugurata giovedì 8 luglio alle 21.30 presso i Giardini Pubblici.

Lo yarn bombing o urban knitting è una forma di arte di strada che, nata negli Stati Uniti in Texas si è diffusa in tutto il mondo, fino ad essere inclusa nel giugno 2015, come espressione «yarn-bombing», nello Oxford Dictionary. L’arte di decorare con opere formate da stoffe o tessutilavorati a maglia o a uncinetto, è utilizzata per denunciare l’incuria di alcuni luoghi o talvolta per esaltarne la bellezza. La sapiente arte del ricamo di alcune donne del Rione Castelnuovo ha quindi sposato l’idea di sperimentare lo yarn bombing per una buona causa: segnalare la trascuratezza e l’abbandono dell’ex asilo Carancini e l’ex monastero delle Clarisse. La loro iniziativa pacifica non è affatto passata inosservata e, non solo è riuscita a smuovere la sensibilità della autorità, ma si è fatta “notare” per le bellissime decorazioni realizzate a Castelnuovo. La vitalità contagiosa delle Social Catenelle le ha in brevissimo tempo portate a partecipare a diverse iniziative, dal progetto di beneficienza Sheep Italia”, alla 13° edizione delle “Invasioni Poetiche” dell’Istituto Badaloni, fino allo Yarn Bombing Festival di Milano a Lambrate. E neanche il Recanati Art Festival poteva perdere l’occasione di invitare delle street artist di eccellenza, per di più del territorio.

All’Art Festival porteranno WHATS ART you doing in these day?: «un albero sarà “vestito” con centrini colorati che si estendono verso l’alto come fiori di un prato, vitale e rigoglioso, di un’intensità e un’originalità estetica da non paragonare ad una semplice riproduzione botanica» ci spiega Nikla Cingolani, coordinatrice del progetto Social Catenelle «I fiori, che da sempre hanno ispirato gli artisti nella realizzazione delle loro opere, per le Social Catenelle esprimono la vita così com’è, l’apprezzamento della natura in tutte le sue forme, l’esaltazione del selvaggio».

L’installazione potrà essere visibile presso i Giardini. Le Social Catenelle saranno anche in Piazzale Gigli con un punto informativo durante tutto il corso della manifestazione.

 

 

 

Seguici su:      Facebooktwitterinstagram

Condividi con: Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.